arrow-rightbags-shoppingbeachbuildingcalendar-altcalendar-daycheckclockcultureinfo-circlekitchenlogo-cavallino-treporti-negativelogo-cavallino-treporti-verticallogo-cavallino-treportimap-beachmap-culturemap-landscapemap-marker-alt-lightmap-marker-altmap-naturemegaphonepawquestion-circlerestaurantsign-outslider-arrow-nextslider-arrow-prevsocial-facebooksocial-instagramsocial-pinterestsocial-twittersocial-youtubesportstar-altstar-half-altstarswimming-pooltagstimesuniversal-accessuploadwifiwildlife
La storia di Cavallino-Treporti
La storia di Cavallino-Treporti

La storia di Cavallino-Treporti

Qualche accenno di storia

 

Non è semplice riassumere la storia del litorale Nord della Laguna di Venezia in poche parole.

Le prime tracce delle antiche origini di Cavallino Treporti sono state ritrovate a Lio Piccolo e risalgono all'epoca romana, mentre le località di Ca' Savio e Punta Sabbioni hanno origini molto più recenti.

La vita sull'intero nostro Litorale è sempre stata fortemente influenzata da una continua evoluzione dell'assetto idrogeologico e dal fragile equilibrio tra terra e acqua. Per questo i vari borghi sono stati abitati in secoli diversi: Dopo la caduta dell'Impero Romano, le isole della laguna di Venezia sono state rifugio per le popolazioni che fuggivano dalle invasioni barbariche e provenivano da Altino e dalle zone vicine. Le Mesole sono si sono popolate solo più tardi, nel Trecento, Saccagnana e Cavallino nel Cinquecento e Treporti alla fine del Seicento.

Nei secoli successivi questi luoghi vissero un periodo di abbandono a cause della malaria e della conseguente povertà.

Lo scavo del Canale Casson (aperto alla navigazione nel 1632) costituì una nuova via di navigazione tra la laguna e il fiume Piave e contribuì a rendere più salubre il nostro Litorale.

Con la caduta della Serenissima, Cavallino-Treporti si trovò a dipendere da Burano fino al 1923 e poi da Venezia.

Il Comune di Cavallino-Treporti fu istituito solo nel 1999, in seguito a un referendum popolare.

 

La formazione del Litorale

Terra, acque dolci, acque salse: questi sono i tre elementi che combinandosi hanno dato vita all'attuale Litorale Nord, che comprende una realtà recente, il litorale del Cavallino, e una molto più antica, le cosiddette isole treportine.

Gli edifici storici di Cavallino-Treporti

Faro di Cavallino

Detto anche Faro di Piave vecchia è situato alla foce del Fiume Sile. Fu ricostruito negli anni 1949-1951 (quello originale fu distrutto dai tedeschi).

Antica osteria e Conche Idrauliche

Le conche idrauliche permettevano la navigazione tra la laguna di Venezia e il fiume Piave (ora fiume Sile). L'antica osteria (oggi "Locanda alle Porte 1632") serviva per il dazio.

Chiesa della visitazione di S. Elisabetta

Costruita nella prima metà del Settecento, custodisce tutt'ora tre altari, dei quali quello maggiore potrebbe provenire da una demolizione di un'altra chiesa lagunare.

Faro di Punta Sabbioni

Posto all'estremo sud ovest del litorale del Cavallino, sulla diga che delimita a nord-est la bocca di porto di Venezia-Lido, sorge il Faro Pagoda è punto di riferimento per la barche in transito verso la laguna di Venezia. 

Forte Vecchio

Il forte Treporti (o "forte vecchio") fu costruito dagli austriaci nella seconda metà del XIX secolo per controllare il territorio lagunare.

Chiesa SS Trinità

Fu costruita nel 1517 e poi rifatta nel 1684. Nel 1913 la vecchia chiesa fu inglobata nella nuova e nei successivi anni '50 furono aggiunte le due navate laterali.

Casa Rui ex Convento 

Secondo antichi documenti nel 1381 fu romitorio di 12 nobildonne veneziane che si ritirarono a vita monastica. Trasformati nel corso dei secoli in abitazione, è tutt'ora in buono stato.

Oratorio di S. Maria del Carmine

Fu la prima chiesa di Treporti, costruita agli inizi del 1500 sull'isola di Saccagnana. Inizialmente non aveva il titolo parrocchiale ma era una semplice cappella in cui officiava qualche sacerdote della cattedrale di Torcello.

Palazzo Boldù

I primi documenti riportanti la presenza di questa costruzione ne fanno risalire l'esistenza sin dal 1696. Poco distante vi erano anche un forno (ora non più presente) ed una piccola chiesa (sostituita nel 1791 da quella attuale per volere del proprietario Boldù).

Altro su Cultura

I borghi del litorale
I borghi del litorale
Andando tra i forti e le fortificazioni
Andando tra i forti e le fortificazioni
Venezia
Venezia
Racconti di mistero
Racconti di mistero
Daniel Nijs, il mercante fiammingo
Daniel Nijs, il mercante fiammingo
  • Partner
  • Comune Cavallino Treporti
  • Via dei Forti
  • Veneto - Land of Venice
  • Venice Sands
Top