arrow-rightbags-shoppingbeachbuildingcalendar-altcalendar-daycheckclockcultureinfo-circlekitchenlogo-cavallino-treporti-negativelogo-cavallino-treporti-verticallogo-cavallino-treportimap-beachmap-culturemap-landscapemap-marker-alt-lightmap-marker-altmap-naturemegaphonepawquestion-circlerestaurantsign-outslider-arrow-nextslider-arrow-prevsocial-facebooksocial-instagramsocial-pinterestsocial-twittersocial-youtubesportstar-altstar-half-altstarswimming-pooltagstimesuniversal-accessuploadwifiwildlife
I borghi del litorale
I borghi del litorale

I borghi del litorale

Lasciati conquistare dalle suggestioni dei borghi rurali sospesi tra storia e natura!

Il nostro consiglio: inforca la bicicletta, cappellino in testa, occhiali da sole, un po’ di acqua, qualche snack, e parti per una gita in laguna con tutta la famiglia alla scoperta di scorci lagunari incantevoli e delle architetture storiche più caratteristiche di Cavallino-Treporti.

0
 Advanced issue found
 

Mesole

Mesole è una frazione di Cavallino-Treporti, abitata dal 1300, conosciuta sia per lo straordinario ambiente lagunare che la circonda, sia per l’omonimo Convento. Il Convento delle Mesole è uno degli edifici più antichi della zona, edificato nel 1380 e di proprietà ecclesiastica.

Gli insediamenti architettonici raccontano di una storia antica. La strada che conduce a questo antico borgo rurale è incantevole e sembra sospesa tra gli specchi acquei lagunari. Una volta superata Valle Sacchetta si aprono davanti agli occhi gli orti e i frutteti, un piccolo oratorio di origine seicentesca, dedicato dall’Ottocento a S.Maria del Carmine, e il Convento che si distingue subito per il grande caminetto che sporge dal perimetro dell’edificio e che presenta sulla sommità un grande comignolo quadrangolare.

Il Borgo di Lio Piccolo

0
 Advanced issue found
 

La nobile famiglia veneziana Boldù risulta verso al fine del 1700 proprietaria lungo il Litorale di numerose case coloniche, orti, terreni per pascolo e valli da pesca. Questa famiglia fu proprietaria anche di questo bellissimo, ora omonimo, Palazzo che ci accoglie quando arriviamo al Borgo di Lio Piccolo. Decaduta la famiglia Boldù che si occupò della ristrutturazione dello stesso e mentre Venezia è ridotta alla fine della sua secolare storia di domini, a Lio Piccolo si susseguiro diversi proprietari.

Nel 1889 il Borgo viene infine acquisito dai Padri Armeni Mechitarsti, ed è proprio sotto questa gestione che venne edificato il campanile e la canonica antistante la chiesa che ancora oggi ammiriamo.
Lio Piccolo tra la pace incantata degli orti, i frutteti e le valli diviene così luogo di meditazione e preghiera.

Successivamente a questo periodo il Borgo vive purtroppo una fase di abbandono fino a quando nel più recente 2004 il Comune di Cavallino Treporti acquisisce il complesso di Lio Piccolo ed avvia un percorso di sensibilizzazione e coinvolgimento pubblico per la salvaguardia di questo straordinario sito.
Ad oggi possiamo goderne a pieno i risultati ed ammirare questo luogo che ci regala il fascino dei suoi anni in un'atmosfera inerte e, diciamolo, anche un po' misteriosa.

Frammenti di laguna: la mostra a Lio Piccolo
Nel centro di Lio Piccolo, per raccogliere e raccontare le storie di cui sono custodi i nostri borghi antichi e i canali lagunari, è allestita la mostra permanente “Frammenti di Laguna”. Un importante esempio di quanto anche le piccole realtà siano scrigno di tesori importanti e custodi di informazioni preziose per ricostruire il passato, conoscerne i dettagli e recuperare e ripercorrere antiche tradizioni.

Orario apertura: chiusa per manutenzione invernale.
Ci rivediamo in primavera 2020!

Saccagnana

Dirigendosi verso Lio Piccolo si passa per Saccagnana ed in particolare attraverso la sua piccola piazzetta denominata “Prà”.

Un antico borgo rurale sospeso tra gli orti e la laguna.
Le origini di questo borgo sono confermate dagli storici insediamenti architettonici, quali l’oratorio del XVII secolo e l’antica villa rinascimentale, Casa Padronale Zanella. Questa, risalente alla prima metà del XVI secolo, ristrutturata integralmente tra il 1996 e il ‘98, è un esempio di villa veneta in laguna. Entrambi questi edifici sorgono sulla storica corte rurale del Prà, una corte dove a tutt’oggi si ha la sensazione di respirare la vita che scorreva in epoche passate.

Treporti

Il toponimo deriva dagli storici porti dei canali Pordelio, Portosecco e Saccagnana. Questi canali dividevano il territorio in tre isole: isola di Portosecco, isola della Chiesa e Saccagnana. In passato non c'erano i ponti e le isole erano raggiungibili grazie alle barche. Nel cuore del paese si trova l’edificio simbolo di Treporti: la chiesa della SS. Trinità, le prime testimonianze si hanno già a partire dal XVI secolo. Ciò che la caratterizza principalmente sono i campanili, uno più antico risalente alla costruzione della prima chiesa e il secondo eretto tra il 1925 - 1932, alto 35 m. Treporti diventò così “Il paese dei due campanili”.

0
 Advanced issue found
 

Altro su Cultura

La storia di Cavallino-Treporti
La storia di Cavallino-Treporti
Andando tra i forti e le fortificazioni
Andando tra i forti e le fortificazioni
Venezia
Venezia
La festa di San Martino
La festa di San Martino
  • Certificazioni
  • Bandiera Blu
  • Spiaggia per i bambini
  • Comune Ciclabile FIAB
  • Unesco
  • EMAS
  • Partner
  • Comune Cavallino Treporti
  • Via dei Forti
  • Veneto - Land of Venice
  • Venice Sands
Top